foto del Borgo in tempi recenti (clicca per ingrandire)

IL PIAVE

BOLLETTINO PARROCCHIALE DI SAN NICOLO'

 (giugno 1991)

 

GRAZIE A TUTTI VOI

clicca per ingrandire

Il traffico a Borgo Piave. Come una volta. I semafori si spengono. I clacson tacciono e si cammina in transumanza. Un asino dice alla pecora: Taci, che la prossima volta passeremo sul ponte nuovo, con più spazio. Risposta: Campa, Cavallo.

Sono passato di porta in porta, suonando il campanello. Ho atteso ogni volta in modo diverso, perché ogni incontro è originale, irrepetibile. 

310 esperienze, tutte diverse.

 Molti mi conoscevano già, per avermi incontrato altrove. E' stato un rinnovo e approfondimento dell'amicizia. Molti mi avevano visto solo in chiesa, alla messa e si meravigliavano un poco nel vedermi cosi diverso. Qualcuno mi prendeva per un rivenditore, per il medico della mutua, per il funzionario di qualche ente, per un mezzo testimone di Geova, per un ladro in avanscoperta. Reazioni tutte ragionevoli e legittime, proporzionate ai tempi che corrono. Dopo la frase: "Sono il parroco nuovo", si apriva il sorriso, la meraviglia e anche la porta di casa. C'è sempre una prima volta per conoscerei. Devo dire che mi ha commosso la semplicità, la spontaneità, la cordialità della vostra accoglienza. Un incontro con le basi solide di una stessa fede, di una visione comune della vita ed una preoccupazione per tanti fatti e problemi. I discorsi non sono mai stati banali generici. Dopo le prime battute si è subito arrivati ai fatti che contano: la salute, la composizione della famiglia, problemi vari e della famiglia e della comunità. Davanti al parroco nuovo c'è stata pure una rapida presentazione del come si è vicini o lontani dalla vita di parrocchia, dei propositi di partecipazione alle attività della chiesa locale.

 Panorama della comunità

 Ho visto i fedelissimi, la spina dorsale della comunità; ho incontrato i regolari, la muscolatura della nostra chiesa. Molti sono i saltuari e simpatizzanti, sono l'ambiente indispensabile per operare. C'è una maggioranza silenziosa che è l'orizzonte, sempre vicino ma sempre da raggiungere. Molti non sono riuscito ad incontrare. Sono sempre disponibile alla visita non appena si faccia un cenno. Sono convinto, arciconvinto, che incontrarsi, conoscerci, parlare insieme, è il primo indispensabile passo per ogni altra attività. Grazie a voi per questo primo incontro. il primo di tanti, spero. Le famiglie che desiderano la visita del parroco e la benedizione della loro casa, possono richiederlo ad ogni momento.

indietro all'indice stroria parrocchiale avanti bollettino novembre 1991