Borgo Piave (Belluno), 17 gennaio 2005

Il saluto a don Claudio

i chierichetti si preparano con l'aiuto di don ClaudioDomenica, 16 gennaio 2005, la Comunità di Borgo Piave ha salutato il suo Parroco, don Claudio, che è stato trasferito alla parrocchia di Mas-Peron.

la Comunità partecipa alla S. Messa con devozioneNon s'era mai vista tanta gente. Tanti, tanti si sono stretti attorno a don Claudio per manifestargli affetto e riconoscenza insieme all'immensola chiesa è gremita di fedeli. Tutti partecipano con devozione dispiacere per lai piccoli chitarristi sua partenza.

Hanno animato le Messe il coro grande, con le magistrali interpretazioni, il coro giovani dinamico e frizzante e il gruppo dei piccoli chitarristi entusiasto e spontaneo.

Le intenzioni di preghiera dei fedeli sono state eseguite dai rappresentanti dei vari gruppi: catechisti, Consiglio Pastorale, giovani, genitori, coristi, bambini del catechismo, una rappresentante delle persone straniere che operano in mezzo a noi. Ognuno ha presentato al Signore sentimenti di stima, di viva riconoscenza, profondo affetto e simpatia ed il proposito sincero di non dimenticare ciò che don Claudio ha insegnato in questi 14 anni di permanenza tra noi.la tristezza manifesta dei nostri giovani

i nostri giovani in prima fila davanti all'altareI giovani hanno preparato l'offertorio: bei segni con spiegazione originale.

Alla fine della Messa il V. Presidente del Consiglio Pastorale, Flavio, ha espresso, a nome della comunità, parole di saluto ricordando attraverso uno spaccato delle varie attività parrocchiali, quale amico e speciale animatore sia stato don Claudio per noi.

Sono intervenuti anche i giovani, i ragazzi che hanno appena ricevuto la Cresima, il gruppo delle chitarre ed hanno ringraziato per la disponibilità, la guida sicura ed autorevole, le molte opportunità di crescita che sono state loro offerte.

Giulia F. ha recitato una poesia, in dialetto, scritta appositamente da lei per l'occasione che ha commosso, perchè ha saputo interpretare i sentimenti di tutti.il coro

sul sagrato festa con il brulèCome ricordo è stato regalato un computer portatile moderno, bellissimo, un mezzo per tenerci uniti nell'amicizia reciproca che è il dono più prezioso e sempre nuovo.

Infine la festa sul sagrato, stile don Claudio, col brulè, i dolci e l'allegria, questa volta un pò forzata.

La gente non voleva più tornare a casa e s'attardava a salutare per l'ennesima volta.

Don Claudio ha lasciato un grande vuoto e la nostra Comunità non lo dimenticherà mai.

Giacomina

  clicca video n. 1     

 

cronaca e vita parrocchiale  elenco cronaca e vita parrocchiale